Fat Bike: il primo raduno delle ruote grasse prende il via a Livigno
Fat Bike: il primo raduno delle ruote grasse prende il via a Livigno © B. Wolinski - APT Livigno

Vi è mai capitato di incontrare sui percorsi di freeride qualcuno in sella a una bici con ruote così grandi da sembrare quelle di una moto? Ecco, quelle sono le Fat Bike, che stanno iniziando a diffondersi sempre più fra migliaia di appassionati, curiosi di vivere un’esperienza diversa.

Parlando in termini tecnici con “Fat Bike” si intendono quelle bici con gomme di dimensioni da 3.5 a 5 pollici, utilizzate inizialmente per affrontare percorsi innevati e visitare deserti. Più avanti, il loro uso ha raggiunto fango, paludi e sabbia e siamo pronti a scommettere che ne vedremo sempre di più anche sui percorsi di freeride.

“L’esperienza è proprio diversa” ci spiega Michele Boschetti di Miss Grape, che in questi giorni ha organizzato il primo raduno di fat bike qui a Livigno “la conduzione della bici è più stabile e l’ampiezza delle ruote permette di esplorare terreni completamente nuovi. Moltissime grandi aziende hanno iniziato a credere in questo movimento, nato per affrontare situazioni particolarmente estreme, come il clima rigido dell’Alaska o l’attraversamento del deserto del New Mexico. E’ un mezzo davvero unico, con delle ottime prestazioni anche sulla neve…”

Se siete al bike park di Mottolino in questi giorni, certamente avrete modo di incontrare questi nuovi rider, e magari anche di testare qualche prodotto.