Dietro le quinte di Mottolino: una giornata con gli shaper del bikepark di Livigno
Dietro le quinte di Mottolino: una giornata con gli shaper del bikepark di Livigno © Ronnie Grammatica

Abbiamo trascorso per voi una giornata con Gerry Cusini e con il team degli shaper che costruiscono e si occupano giornalmente della manutenzione del bikepark Mottolino per scoprire cosa c'è dietro al loro grandissimo lavoro. Ogni giorno questi ragazzi percorrono il park in lungo e in largo con rastrelli e badili per garantire le migliori condizioni possibili di strutture e sentieri. Qui di seguito trovate l'intervista fatta a Gerry, il responsabile della squadra, che ci svelerà qualche segreto del mestiere.

Comincia a presentare te e la tua squadra!
Ciao a tutti, mi chiamo Gerry Cusini, sono nato il 28/06/1977 e vivo a Livigno. Durante il periodo invernale faccio il maestro di snowboard per la Scuola Madness di Livigno mentre in estate mi occupo della costruzione e della manutenzione dei sentieri del bikepark. La mia squadra è composta da 4 persone (Christian, Tobia, Sergio, Elia) in estate e da 7 in primavera quando c'è da sgomberare i sentieri dalla neve e da ripristinare tutti i sentieri in un mese.

Costruzione bikepark Mottolino

Da quanti anni fai questo lavoro durante il periodo estivo?
Ho cominciato nel 2007, inizialmente facevo la guida di freeride mtb fino alle 4 del pomeriggio e poi mi occupavo della manutenzione dei sentieri. Da un paio d'anni invece faccio manutenzione tutto il giorno per tutta l'estate tranne le giornate di agosto in cui il bikepark è pieno (in questo caso qualche accompagnamento lo faccio ancora ;-)

Costruzione bikepark Livigno

Da cosa prendi ispirazione per la costruzione dei nuovi sentieri?
Può sembrare strano ma fino a qualche anno fa facevo gare di boarder cross con lo snowboard in percorsi che erano sempre molto flow, ecco, è da li che ho preso dimestichezza con i sentieri estivi. Chiaramente a livello di bikepark ce ne sono alcuni riconosciuti in tutto il mondo che tengo sempre sotto controllo per imparare qualcosa di nuovo e capire i trend del momento per costruire così strutture sempre al passo.

Qual è la struttura più bella che hai costruito?
Senza ombra di dubbio il mega wall-ride. Ce l'avevo in mente da qualche anno e poi durante la primavera di 4 anni fa in un solo pomeriggio l'ho costruito aiutato da altri due ragazzi. Al termine dell'opera eravamo davvero sorpresi dalle dimensioni e tutt'oggi un wallride così alto non l'ho ancora visto in nessun altro bikepark. Il primo anno i bikers erano molto cauti nell'affrontarlo e lo facevano davvero in pochi, ora a distanza di qualche stagione è una tra le strutture più gettonate tra i medio-esperti.

Wallride bikepark Mottolino Livigno

Com'è organizzata la vostra giornata lavorativa?
Nei mesi di giugno, luglio e settembre cominciamo alle 8 di mattina e ci dividiamo in due gruppi, uno dedicato alla manutenzione dei sentieri e delle strutture esistenti e uno dedicato alla costruzione dei nuovi sentieri. Ad agosto invece, quando il park è molto affollato, ci dedichiamo prevalentemente alla manutenzione facendola però la mattina dalle 8.00 alle 10.00 e al pomeriggio dopo le 16.30.

livigno mtb bikepark Mottolino

Suggerisci un sentiero ad un biker esperto e ad uno principiante che non sono mai stati a Livigno. 
Un must per gli esperti rimane sempre la DH 2005 che è stata utilizzata per i mondiali di mtb del 2005. Ai principianti invece suggerisco indubbiamente la nuova Eas23, una pista che abbiamo aperto da un paio di settimane costruita appositamente per chi non ha mai provato il freeride in mtb. Inoltre, per i principianti e per tutti coloro che non hanno una mtb da freeride ricordo che acquistando online il pacchetto All Inclusive, avrete diritto a bikepass giornaliero, mtb da freeride, casco, protezioni e accompagnamento con un guida per le prime discese a 82,00€ al posto che 87,00. Il pacchetto è acquistabile cliccando qui!

Gerry in azione al bikepark Livigno