Webcam
Meteo Livigno
10 Dicembre 2019 -14 °C
Webcam attive: 5
10 Dicembre 2019 -14 °C
Temperatura: max -2.9°C - min -14°C
Umidità: 74%

Il camp Mountain-action MTB Freeride a Mottolino: non chiamateci solo “bambini“

9 Settembre 2014

Decorazione

Nei giorni appena trascorsi, Mottolino ha ospitato il camp organizzato da  Andreas Neuhauser di mountain-action.de. E‘ il sesto anno consecutivo che ci scelgono e gli abbiamo chiesto perchè vengono qui e cosa fanno durante il loro soggiorno. 

Perchè Livigno? Da sei anni veniamo qui con ragazzi tra i 12 ed i 17 anni appassionati di mountain-bike. Inizialmente era solo per il weekend, ma le possibilità di divertimento nel bike park e nei dintorni sono così tante che abbiamo capito di aver bisogno di almeno un’intera settimana.

Cosa fate durante il camp? Oltre a girare come matti sui 12 trail del bike park, facciamo scree surfing al Passo Forcola, grigliamo nei rifugi di montagna (Baitel), usciamo in notturna sui trail e scattiamo vagonate di foto da mostrare ai genitori e postare su Facebook, Whatsapp, Instagram per gli amici.

Cosa vi piace di Livigno? L’ospitalità verso i bikers è super. Qui ci sentiamo i benvenuti.

E lasciando parlare i protagonisti? Ragazzi, uno per uno, diteci cosa vi piace di più del bike park Mottolino?

Nicolas: mi piacciono molto i nuovi sentieri. Sono molto flow e piacevoli da affrontare. Mi piace in nuovo step up e il double.

Tobi: mi piace la „Black Eye“. E’ molto ripida e tecnica.

Luca: i sentieri docili e flow

Jakob: i drop sono spettacolari

Lars: il salto sull’airbag e la nuova linea di salti nel sentiero „First Ever“

Klaus: il fatto che si siano percorsi adatti al livello di ogni rider

Nina: il nuovo trail „ EAS 23“

Jona: il nuovo trail „ EAS 23“ e il nuovo step up

Marius: mi piacciono i sentieri flow e i molti salti. E poi, naturalmente, l’airbag per saltare

Luca da Torino: quando sono arrivato non avevo nessuna esperienza in un bikepark. Perciò mi piace che ci siano sentieri di varie difficoltà, dal blu fino al nero, così posso migliorare

Benni: adoro il mega wallride. Anche le linee flow e gli step up sono pazzeschi

Jordi: il nuovo trail „ EAS 23“. E poi mi piace che ci siano sempre gli shapers al lavoro per mantenere i sentieri, ripararli e costruire nuovi percorsi

Elias: è stata la mia prima volta in un bikepark. Mi sono piaciuti i diversi livelli di difficoltà die sentieri, dal più facile al più difficile. Lo sterrato è favoloso.

Felix: adoro i sentieri tecnici tipo la „Black Eye“ e la „Downhill Worldcup“. Mi è mancata un pochino una pumptrack

E Joshi, la guida che vi ha accompagnati, cosa pensa del bike park Mottolino?

La cosa migliore è la breve distanza che c’è tra i vari sentieri che permette di combinare tra loro diversi percorsi creando innumerevoli possibilità e alternative nuove in un’unica discesa

A questo punto non ci resta che ringraziarvi e…  vi aspettiamo ancora il prossimo anno!